Martedì 09 Febbraio 2010

Tv/Beppe Fiorello:pentito del Karaoke, fece soffrire mio fratello

Roma, 9 feb. (Apcom) - "Fino a qualche anno fa dicevo che non me ne ero pentito. Ora invece lo ammetto: mi sono pentito di aver seguito le orme di mio fratello Rosario alla guida del Karaoke". Lo dichiara Beppe Fiorello che aggiunge: "Ma solo perché fu lui a soffrire del fatto che poi da allora, per anni, io sono stato il fratello minore, denigrato". Ora è l'eroe positivo di tante fiction Rai: "Sto lottando per fare un personaggio negativo, un maledetto romantico. Si tratta di una fiction dal titolo 'Il bandito e il campione', come la canzone di De Gregori su Girardengo; io stavolta voglio fare il bandito, però". Sul lavoro non si rilassa "perché non mi fido di nessuno". "Litigo con me stesso - spiega dalle pagine del settimanale 'Diva e donna', in edicola domani - perché vorrei imparare a fidarmi". E nel privato: "Se sono stanco o arrabbiato spiego ai miei figli perché. Diffido di chi fa credere ai bambini che il mondo è sempre positivo, di quei genitori che si fanno chiamare per nome. Mi devi chiamare papà - chiude Fiorello - e mi devi rispettare. Io temevo il giudizio di mio padre. Oggi mi manca il suo sguardo tra il pubblico per poter godere appieno dei miei successi".

CAW

© riproduzione riservata