Sabato 20 Febbraio 2010

Smog/ In 80 comuni del Nord blocco auto il 28 febbraio

Milano, 20 feb. (Apcom) - Un evento "storico". Così è stato definito da Letizia Moratti, che insieme a Sergio Chiamparino ha portato avanti l'iniziativa, l'accordo "Sindaci contro le polveri sottili" siglato oggi a Palazzo Marino dai primi cittadini di oltre 80 comuni di sette regioni del Nord Italia che hanno deliberato, per la prima volta su un'area così vasta, il blocco del traffico per domenica 28 febbraio. "E' un accordo storico. Per la prima volta i sindaci si riuniscono per prendere insieme misure, strutturali ed emergenziali, per combattere lo smog e che proprio in quanto decise in modo coordinato daranno risultati migliori". Orari, modalità e numero esatto di Comuni che aderiranno al blocco saranno definiti nel corso della prossima settimana anche attraverso riunioni con gli enti locali, come ad esempio quella in programma martedì fra i sindaci del territorio milanese e il presidente della provincia di Milano, Guido Podestà. "La condivisione al blocco del traffico è molto ampia. Noi siamo convinti che il blocco del traffico non è una misura che strutturalmente può contrastare l'inquinamento, ma è importante farlo in modo coordinato su una vasta area", ha detto il sindaco di Torino Sergio Chiamparino che ha così risposto indirettamente alle critiche dell'Aci, che ha definito la misura del blocco un palliativo inutile e demagogico. All'organizzazione del blocco parteciperanno Regioni e Province, che restano gli interlocutori più diretti dei Comuni nella gestione dell'emergenza smog, anche se i primi cittadini non intendono rinunciare al primato e all'esclusività dell'iniziativa, come ha spiegato Chiamparino sottolineando che "non siamo in contrapposizione con Regioni e Province, ma oggi abbiamo costituito un coordinamento permanente di sindaci al quale gli enti locali non sono invitati".

Lzp-Aqu

© riproduzione riservata