Martedì 23 Febbraio 2010

Egitto/ Presidenziali, ElBaradei è pronto a sfidare Mubarak

Il Cairo, 23 feb. (Apcom) - L'ex capo dell'Agenzia internazionale dell'energia atomica (Aiea), Mohammed ElBaradei, è "pronto a candidarsi" alle presidenziali del 2011 anche contro il capo dello Stato Hosni Mubarak. "Poco importa chi si dovesse presentare contro di me alle elezioni, sono pronto a candidarmi alle presidenziali, se il popolo me lo chiede", ha dichiarato intervistato dall'emittente Dream Tv. Mubarak non sarebbe sicuro di vincere se lo scrutinio fosse libero, ha proseguito l'ex numero uno dell'agenzia dell'Onu, rinnovando le sue critiche contro la corruzione e la povertà e affermando che tutti gli egiziani dovrebbero avere accesso ai servizi sanitari e a una buona istruzione. ElBaradei, 67 anni, ha lanciato diversi appelli negli ultimi mesi ad una democratizzazione del governo del presidente Hosni Mubarak, alla guida del Paese da 29 anni. L'ex direttore generale dell'Aiea è stato accolto da centinaia di fan al suo ritorno al Cairo venerdì. Ma una candidatura di ElBaradei attualmente è bloccata dalla Costituzione, che impone ai candidati indipendenti di ottenere l'appoggio di 250 membri elettivi, di cui almeno 65 deputati dell'Assemblea nazionale, 25 del Consiglio consultivo (Senato) e sei consiglieri municipali. E il Parlamento e i consigli municipali sono dominati dal partito al governo, il Partito nazionale democratico (Pnd). "Che uno come me non possa presentarsi alle presidenziali, è un disastro. Come può una Costituzione impedire al 99% delle persone di candidarsi?", si è chiesto in questa intervista alcuni stralci della quale sono stati pubblicati dal quotidiano indipendente al Masri al Yom. I media ufficiali e dei membri del Pnd hanno lanciato una violenta campagna contro Elbaradei, presentandolo come estraneo al suo Paese, incapace di gestire gli affari interni e come un fattore di instabilità per l'Egitto. Hosni Mubarak nel 2011 completa il suo quinto mandato di sei anni. Il figlio Gamal, 44 anni, è frequentemente citato come suo probabile successore. (con fonte Afp)

Ihr

© riproduzione riservata