Mercoledì 24 Febbraio 2010

Google/ La società: sentenza contraria a principi di libertà

Milano, 24 feb. (Apcom) - "Sentenza sorprendente che mette in discussione principi fondamentali di libertà dal momento che i nostri dipendenti sono stati condannati dal giudice per atti commessi da terzi". E' questa la presa di posizione del motore di ricerca Google sulla sentenza del Tribunale di Milano, giudice monocratico Oscar Magi, che ha condananto 3 dirigenti a 6 mesi di reclusionme per violazione della privacy in relazione alla diffusione sul web di un video con disabile vessato da compagni di scuola. "I nostri colleghi non hanno niente a che fare con il video, non lo hanno girato, nè caricato, nè visionato" è la posizione di Google.

Frk

© riproduzione riservata