Mercoledì 24 Febbraio 2010

Scuola/ Prato e Parma in testa a città con alta qualità edilizia

Roma, 24 feb. (Apcom) - Anche quest`anno il Centro Nord si conferma in testa alla graduatoria, stilata da Legambiente nel rapporto Ecosistema Scuola, del livello di qualità dell`edilizia scolastica delle scuole dell`infanzia, primarie e secondarie di primo grado. Al primo posto Prato, al secondo Parma, al terzo Biella. Confermata la Toscana che con Prato al primo posto e Livorno al settimo: la regione da diversi anni apre la classifica con due città tra le prime dieci, così come l`Emilia Romagna, con Parma al secondo posto e Modena al sesto, e il Piemonte, con Biella al terzo e Asti al sesto. La prima città del Sud è Benevento, che sta al ventunesimo posto, seguita da Lecce, che per alcuni anni è stata fra le prime dieci in classifica, slittata al trentaquattresimo posto. La situazione non è molto cambiata rispetto alla prima edizione di Ecosistema Scuola, dove la prima città del Sud in graduatoria era Caserta al venticinquesimo posto, seguita a due posizioni di distanza da Reggio Calabria. Nel divario Nord Sud, rimangono sostanziali differenze per quanto riguarda le certificazioni, con dati preoccupanti sull`assenza di alcuni tipi di certificazione in territori di particolare vulnerabilità ambientale come quelli dichiarati a rischio sismico. Nelle regioni del centro Italia (le due macro aree dichiarate più sensibili) il 73,5% delle scuole è a rischio sismico: il 51,35% di loro possiede il certificato di idoneità statica e il 98,22% fa le prove di evacuazione. Nelle regioni del Sud Italia il 65,09% delle scuole è dichiarato a rischio sismico, ma solo l`11,76% possiede il certificato di collaudo statico e solo il 62,5% fa le prove di evacuazione.

Apa

© riproduzione riservata