Mercoledì 24 Febbraio 2010

Meredith/ I Knox da Oprah Winfrey: "Tempesta mediatica" su Amanda

New York, 24 feb. (Apcom) - La condanna di Amanda Knox per il delitto di Meredith Kercher, mal digerita negli Stati Uniti, torna a far discutere in America dopo che ieri Oprah Winfrey, regina dei Talk Show americani, ha ospitato nel suo salotto la famiglia Knox. La conclusione di fondo: il processo è stato viziato da una "tempesta mediatica", come ha detto la stessa Oprah Winfrey, che ha impedito un'analisi serena di tutte le prove e della reale dinamica degli eventi. "I media - ha detto la padrona di casa dello show - hanno raccontato che Amanda era una malata del sesso, una ragazza leggera. Hanno detto che abusava di droghe e che ha ucciso Meredith in un'orgia di morte. Il pubblico europeo sembra ossessionato dall'immagine di una bella ragazza americana che nasconde un segreto oscuro". "Uno dei momenti peggiori per me è stato quando Amanda in prigione ha pianto per 45 minuti tra le mie braccia", ha detto il padre Curt Knox costretto a scappare dalle telecamere per l'emozione. Poco prima aveva affermato che in Italia "i media possono dire ciò che vogliono, senza portare prove". Lacrime anche per la sorella Deanna, 21 anni, che ha spiegato a Oprah come cerchi di essere un modello per i fratelli minori, Ashley, 15 anni, e Delaney, 11.

emc-aqu

© riproduzione riservata