Lunedì 01 Marzo 2010

Terrorismo/ Servizi: Rischio azioni violente contro Istituzioni

Roma, 1 mar. (Apcom) - Personaggi noti o istituzionali potrebbero essere nel mirino di attivisti islamici autonomi legati a gruppi jihadisti. Lo rilevano i servizi di intelligence italiani, sottolineando il rischio che gruppi di attivisti autonomi, definiti free lance, organizzino azioni "violente che potrebbero prendere in considerazione anche personalità istituzionali o personaggi noti, ritenuti colpevoli di 'comportamenti dissacratori' nei confronti dell'Islam". Il rischio legato alla improvvisa attivazione di jihadisti free lance "si avvia a rappresentare - scrivono i servizi nella Relazione sulla politica dell'informazione per la sicurezza - una delle costanti più insidiose e caratteristiche della minaccia, risultato diretto e voluto della trasformazione di Al Qaida in un ibrido ideologico-operativo".

Gtz

© riproduzione riservata