Lunedì 15 Marzo 2010

Per Google più vicina la chiusura in Cina, Pechino vuole censure

New York, 15 mar. (Apcom) - Google è sempre più vicina a chiudere il suo motore di ricerca in lingua cinese, una mossa che escluderebbe il colosso americano dal mercato di Internet più promettente del mondo. Come riportano fonti del Wall Street Journal, Google dovrebbe agire entro poche settimane e le autorità cinesi venerdì scorso hanno dato la chiusura delle attività del motore di ricerca come imminente. Due mesi fa Google aveva promesso di andarsene dalla Cina se Pechino non avesse consentito ai suoi siti di operare senza i filtri della censura imposti dal governo ai contenuti Internet. Le trattative sono andate avanti senza successo e la speranza di Mountainview di poter operare Google.cn senza filtri è praticamente svanita. Attualmente Google controlla il 36% del mercato della ricerca su Internet in Cina, secondo Analysys International, mentre il motore cinese Baidu ne controlla il 58 per cento. Se Google uscirà di scena, l'Internet cinese e i suoi 400 milioni di utenti, sarà quasi interamente dominato da società locali. Da una parte questo favorirà Pechino nei suoi sforzi per controllare l'informazione, ma dall'altra limiterà la partecipazione straniera in uno dei settori in più rapida crescita dell'economia cinese, oltre a lasciare i cittadini sempre più isolati dal resto del mondo. Secondo Xiao Qiang, del China Internet Project all'Università di Berkeley,ha detto che la chiusura di Google.cn può essere vista come l'inizio del "Chinternet", l'Internet cinese come sistema parallelo e sempre più distinto da quello globale.

Emc

© riproduzione riservata