Lunedì 22 Marzo 2010

Trani/ Pm Roma attende atti per indagare su premier

Roma, 22 mar. (Apcom) - Entro la settimana, quasi certamente, saranno all'attenzione degli inquirenti della Procura di Roma gli atti della magistratura di Trani sulle presunte pressioni fatte dal presidente del consiglio Silvio Berlusconi nei confronti del commissario Agcom Giancarlo Innocenzi per la sospensione del programma di Raidue, Annozero. Il primo passaggio formale che dovrà esser compiuto - si spiega a piazzale Clodio - sarà l'iscrizione sul registro degli indagati del premier, per i che sono stati ipotizzati dai pm pugliesi. "Lo impone la procedura penale", si sottolinea. "Da quel momento ci sono 15 giorni di tempo per l'esame dei documenti". E quindi c'è l'invio dell'intero incartamento al tribunale dei ministri con le richieste da parte della procura: queste potranno essere di approfondimento della vicenda, con l'eventuale indicazione delle attività da svolgere, o di archiviazione. Al termine degli accertamenti, i giudici di via Triboniano, restituiranno gli atti alla Procura di Roma con le decisioni conclusive. Se c'è stata una richiesta di archiviazione, da parte dei pm capitolini, il tribunale ha 90 giorni per definire il tutto. Se invece si sono svolte verifiche e ci sono i presupposti per procedere viene sollecitata la richiesta di rinvio a giudizio dell'indagato.

Nav

© riproduzione riservata