Martedì 23 Marzo 2010

Grecia/ Barroso: Alla fine Merkel dirà sì a aiuti, "non ho dubbi"

Roma, 23 mar. (Apcom) - Certo che alla fine la Germania si rassegnerà a dare via libera a un intervento europeo in sostegno della Grecia, afferma il presidente della Commissione Ue, il portoghese Jose Manuel Barroso. "Non ho dubbi che lo farà", ha detto in una intervista al Financial Times. E a una Berlino che nelle dichiarazioni ufficiali ripete 'no, no e poi no' a questa ipotesi, il capo dell'esecutivo Ue ricorda che nell'area euro "non c'è stabilità senza solidarietà, e non c'è solidarietà senza stabilità". E la Germania, in quanto prima economia dell'unione monetaria, è il paese che ha più interessi di tutti a preservare la stabilità. Quindi alla fine Berlino dirà di sì. "Conosco la cancelliera Angela Merkel. E' una europeista convinta - ha insistito Barroso - e non ho dubbi che, se si renderà necessario, sarà a favore di un meccanismo per garantire assistenza finanziaria alla Grecia". Il tutto mentre giovedì e venerdì si terrà un cruciale vertice dei capi di Stato e di governo dell'Ue, il Consiglio europeo, da cui è atteso un possibile via libera ufficiale a un meccanismo di sostegno. Negli ultimi giorni la Merkel ha ripetutamente ribadito la sua contrarietà a questa ipotesi, fino ad accettare l'idea che a intervenire possa essere il Fondo monetario internazionale, l'istituzione di Washington che normalmente 'salva' paesi in via di sviluppo, non certo un membro dell'area euro. Ma nemmeno l'Fmi basterebbe a risolvere la questione: secondo i tecnici europei, riporta ancora l'Ft, in caso di necessità alla Grecia servirebbero finanziamento per 30 miliardi di euro, e l'Fmi gliene darebbe solo 20 miliardi. Il resto, quindi, peserebbe sul groppone dell'Ue comunque.

Voz

© riproduzione riservata