Lunedì 12 Aprile 2010

Polonia/ Paese in lutto per tragedia che cambia ogni cosa

Varsavia, 12 apr. (Apcom) - L'incidente aereo di Smolensk avrà le sue conseguenze nella vita pubblica in Polonia. É difficile prevedere come, ma sicuramente cambierà la scena politica polacca. É morto il presidente in carica, Lech Kaczynski, il quale dopo la fine del suo mandato di 5 anni, sarebbe stato in ottobre di nuovo candidato per la rielezione. É morto anche il candidato della Sinistra nelle elezioni del 2010 - Jerzy Szmajdzinski, fino a ieri il vicepresidente della camera dei deputati. Ha perso la vita anche il secondo vicepresidente della Camera e il numero 2 del Senato. Tra i politici polacchi deceduti sabato mattina, la maggior parte sono membri del partito legato ai fratelli-gemelli Kaczynski, PiS. Il partito, che da 3 anni resta all'opposizione, non andava bene nei sondaggi. Gli esperti non gli assegnavano la vittoria nelle prossime elezioni, ma adesso, paradossalmente, gli analisti dicono che con l'ondata di compassione potrebbe riconquistare una posizione forte. Il primo segno di questo processo è una folla immensa davanti al palazzo presidenziale, i fiori davanti alla sede del partito, e le candele davanti alla sede del parlamento. E i sette giorni di lutto nazionale. Dopo la morte del presidente i poteri del capo dello stato sono stati assunti dal presidente della Camera Bronislaw Komorowski. Doveva combattere contro Kaczynski nelle presidenziali ad ottobre, non si sarebbe mai aspettato di prendere il suo posto in questo modo - dicono deputati del partito PO (Piataforma Civica) che governa la Polonia. Come tutti gli altri politici, Komorowski non vuole parlare oggi dei progetti politici. "Oggi piangiamo i morti", dice. Del futuro del paese parlano invece gli esperti. Komorowski indicherà entro 14 giorni la data delle elezioni anticipate. Dovrebbero svolgersi entro 60 giorni. Una cosa è sicura: la Polonia non ha mai visto la campagna elettorale svolgersi in condizioni simili. É estremamente difficile dire come sarà e quale risultato porterà. Finora il favorito era il candidato della Piataforma Civica (PO). Adesso tutto è possibile. E Sinistra e PiS dovranno velocemente trovare i nuovi candidati, compito estremamente difficile poiché l'elite di queste formazioni politiche è morta a Smolensk.

Kat

© riproduzione riservata