Lunedì 12 Aprile 2010

Emergency/ Portavoce afgano: Mai detto italiani hanno confessato

Roma, 12 apr. (Apcom) - Il portavoce della provincia di Helmand corregge il tiro e smentisce alcuni passaggi delle dichiarazioni fatte ieri al quotidiano britannico The Times sulla presunta confessione dei tre italiani di Emergency arrestati con l'accusa di avere partecipato a un complotto per l'assassinio del governatore provinciale. Contattato dal Giornale, Daoud Ahmadi, ha spiegato: "Non ho mai accusato gli italiani di Emergency di essere in combutta con al Qaida. Ho solo detto che Marco (il chirurgo dell'ong, ndr) stava collaborando e rispondendo alle domande". Ahmadi ha dichiarato che il presunto attentato "è responsabilità di alcuni individui". "Questo non significa che l'intero ospedale di Emergency doveva portare a termine la missione. Spero che gli italiani collaborino con noi per fare pulizia di certa gente con intenti criminali", ha aggiunto.

Coa

© riproduzione riservata