Lunedì 12 Aprile 2010

Google/ Giudice: Non esiste la sconfinata prateria di Internet

Milano, 12 apr. (Apcom) - "Non esiste la sconfinata prateria di Internet dove tutto è permesso e niente può essere vietato, pena la scomunica mondiale del popolo del web. Esistono invece leggi che codificano comportamenti che creano degli obblighi che ove non rispettati conducono al riconoscimento di una penale responsabilità". Lo scrive il giudice milanese Oscar Magi per motivare la condanna di tre dirigenti di Google per violazione della privacy in riferimento all'immissione in rete di un video dove uno studente autistico in una scuola di Torino nel maggio del 2006 veniva vessato da altri ragazzi. Purtroppo quel video fu uno dei più cliccati della rete. I tre dirigenti di Google e un quarto collega furono invece assolti dall'accusa di diffamazione.

Frk/Ral

© riproduzione riservata