Sabato 17 Aprile 2010

Islanda/ Urso: Impatto nube vulcano su import-export e turismo

Roma, 17 apr. (Apcom) - La gigantesca nube di cenere che ha portato allo stop dei voli nel Nord Italia e in Europa, sta avendo un impatto anche sull'import-export italiano e sul trasporto delle merci che viaggiano sui cargo. Ad affermarlo il viceministro dello Sviluppo economico, Adolfo Urso, il quale precisa tuttavia che questo impatto sarà "limitato" e, pur se al momento "difficilmente quantificabile", dal punto di vista economico sarà "recuperabile". Il fatto che questo fenomeno naturale si sia manifestato in una fase di crisi economica, non sembra preoccupare troppo il viceministro con delega al commercio estero: "Il blocco dei voli - ha detto ad Apcom - avrà certamente una sua incidenza ma ben altro sono le incidenze sulla crisi economica". "L'impatto più significativo dello stop ovviamente non è solo nel traffico dei passeggeri - afferma il viceministro con delega al commercio estero - ma soprattutto nel traffico dei turisti che provengono da altri paesi e altri continenti e sul traffico delle merci che avviene attraverso voli cargo, in particolare per quanto riguarda gli alimenti deperibili come pesce, fiori, frutta e verdura". "Certamente - prosegue Urso - l'impatto ci sarà ma sarà limitato. Se fosse avvenuto durante la stagione turistica e per un periodo lungo avrebbe certamente avuto un impatto più significativo. Comunque l'impatto sul traffico aereo italiano è inferiore rispetto a quello che stanno subendo altri Paesi". Anche perché, sostiene Urso, il traffico cargo dell'import-export italiano "su questo teatro europeo è limitato rispetto a quello che viaggia su rotaia e su gomma".

Cos

© riproduzione riservata