Sabato 17 Aprile 2010

Calcio/ Milan, Leonardo: Non ho rescisso e non devo chiarire

Roma, 17 apr. (Apcom) - "Non ho rescisso il contratto e non c'è bisogno di chiarire. Ieri, leggendo la notizia della rescissione del mio contratto, neanche volevo smentire. Perché non sono abituato a queste cose e perché non c'è nulla da spiegare. La mia situazione oggi è identica a quella che c'era il primo luglio del 2009". Così il tecnico del Milan, Leonardo, è tornato sul 'giallo' che ieri ha messo nuovamente in bilico la sua posizione sulla panchina rossonera. "Io non penso al futuro, alla carriera", ha detto il tecnico brasiliano in conferenza stampa, "a queste cose non penso. Quello che mi lega ad una situazione non è un contratto e non lo sarà mai. Quando arrivai qui firmai un triennale, sono qui da 13 anni. Penso soltanto al presente, lo sa anche la società. Non ho niente da dirvi, sono tranquillissimo e non voglio entrare nel campo delle ipotesi. Io devo soltanto pensare alla Sampdoria, non al futuro. Il club prima o poi dovrà sapere? Poi, non prima". Leonardo - che ieri ha smentito in una nota del club la notizia della rescissione del suo contratto, diffusa da Sportmediaset.it - ha parlato del rapporto con l'amministratore delegato rossonero Adriano Galliani: "C'è grande stima, grande affetto. Siamo completamente diversi", ha detto Leonardo, "ma c'è rispetto delle gerarchie, gerarchie e rapporti non vanno confusi. Anche per lui la cosa importante è l'obiettivo stagionale. Lui vi risponde perché deve dirvi qualcosa, ma la pensa come me". Leonardo si è affezionato al suo incarico di allenatore? "E' il mio primo anno", ha spiegato il tecnico rossonero, "si impara, si capisce e si conoscono tante cose nuove. Ma la situazione è identica allo scorso anno".

Grd-Caw

© riproduzione riservata