Sabato 17 Aprile 2010

Islanda/ Geologi: "Non si vede la fine" del fenomeno

Londra, 17 apr. (Ap) - Menre la spettacolare eruzione del sul ghiacciaio Eyafjallajokull in Islanda sta paralizzando i voli aerei in quasi tutta l'Europa, il vulcano non accenna a placarsi. Nella note l'attività eruttiva si è intensificata e i geologi che seguono la vicenda non sono in grado di fare previsioni mentre gli esperti di meteorologia fanno notare che la direzione di venti sembra orientata a restare costante nei prossimi quattro, cinque giorni, facendo sì che gli effetti della grande nubi di ceneri continui a creare gravi disagi. "L'attività del vulcano è stata piuttosto intensa nella notte, e la colonna eruttiva è cresciuta" ha detto il geologo Magnus Tumi Gudmundsson . A rendere particolarmente esplosiva la faccenda è la collocazione del vulcano, proprio a ridosso di un grande ghiacciaio. "é il mescolarsi del magma incandescente con l'acqua e il ghiaccio a creare il mix esplosivo a cui stiamo assistendo. E sfortunatamente non se ne vede la fine. Mentre u un volo di ricognizione in elicottero degli scienziati sopra la bocca del vulcano è stato annullato per ragioni di sicurezza, preoccupa molto anche la situazione meteorologica. I venti che soffiano da nord a sud continueranno probabilmente a spingere le ceneri del vulcano ilsandese verso l'Europa ancora per 4, 5 giorni. La nube di ceneri quindi potrebbe proseguire a creare seri problemi al volo aereo in tutto il continente. La previsione è dell'Istituto meteorologico islandese. "Le ceneri - ha detto il metereologo Teitur Arason - continueranno a dirigersi verso il Regno UNito e la Scandinavia. Questa è la previsione generale per i prossimi due giorni ma probabilmente la situazione è destinata a protarsi per quattro, cinque giorni".

VGP

© riproduzione riservata