Martedì 20 Aprile 2010

Strage Erba/ Legale difesa: Ricorreremo in Cassazione

Milano, 20 apr. (Apcom) - "Di fronte a violazioni così palesi e clamorose, prima fra tutte la mancata perizia psichiatrica, faremo ricorso ai giudici di legittimità". E' quanto ha affermato l'avvocato Fabio Schembri subito dopo la sentenza di condanna emessa dalla Corte di appello di Milano per la strage di Erba nei confronti dei suoi assistiti. Alla domanda se avesse potuto parlare con i coniugi Romani subito dopo il pronunciamento della Corte, l'avvocato ha risposto "ho scambiato solo qualche battuta, si sono abbracciati e si sono detti dispiaciuti perchè non è stata accettata la richiesta di rinnovazione del dibattimento". Rosa Bazzi ha raggiunto infatti il marito quando la Corte era già entrata in aula e dunque ha ascoltato insieme al marito la lettura della sentenza, a differenza di quanto avvenne nel processo di primo grado, in cui gli imputati scelsero di rimanere in carcere. "Dopo essere stati massacrati in questi tre anni dai processi - ha concluso Schembri - i Romano dovevano essere più tutelati, ciò non è avvenuto".

Alp/Fva

© riproduzione riservata