Venerdì 23 Aprile 2010

Inchiesta G8/ Scajola: Mai ricevuto appartamenti, mi tutelerò

Roma, 23 apr. (Apcom) - Il ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, respinge le accuse che arrivano da numerose ricostruzioni giornalistiche delle malversazioni operate da alcuni imprenditori riconducibili al costruttore Guido Anemone, inchiesta che vede coinvolti anche i vertici della protezione civile. In particolare, Scajola esclude "categoricamente2 di aver ricevuto, quando era parlamentare, cinquecentomila euro per l'acquisto di una casa a Roma, secondo i giornali intestata alla figlia. "L'unico immobile che la mia famiglia possiede a ROma, ove attualmente abito - scrive il ministro in una nota - è stato acquistato con regolare contratto ed è stato pagato, per la quasi totalità, con un mutuo ancora in essere e, in minima parte, con un bonifico dal mio conto corrente. Escludo categoricamente quindi che sia stata versata alcuna somma in mio favore per tale vicenda o per qualsiasi altra. Ho dato pertanto mandato al mio legale di porre in essere ogni e più opportuna azione a mia tutela, evidenziando altresì che nessuna indagine è in corso nei miei confronti".

Gic

© riproduzione riservata