Lunedì 26 Aprile 2010

Claps/ Tg5: su Danilo Restivo spunta l'ipotesi 'serial killer'

Roma, 25 apr. (Apcom) - Spunta l'ipotesi 'serial killer' nei confronti di Danilo Restivo. Jong-ok Shin, "Oki" per gli amici, una studentessa sudcoreana di lingue, fu uccisa con tre coltellate nel giugno 2002 a Bournemouth, nel sud dell`Inghilterra. L`aggressione avvenne a Malmesbury Road Park, nel quartiere di Charminster, poco lontano dalla villetta in cui vive Danilo Restivo. Per l`omicidio della studentessa coreana, al termine di un iter giudiziario molto controverso, nel 2005 fu condannato all`ergastolo Omar Benguit. In un`intervista al Tg5 delle 20 il suo legale, l`avvocato Stefano Di Giovanni, chiede la revisione del processo e l`accertamento di eventuali collegamenti con l`omicidio di Elisa Claps e di Heather Barnett, la dirimpettaia di Danilo Restivo. Restivo è indagato in Italia per il caso Claps ed è l`unico sospettato dalla polizia inglese per l`uccisione di Heather Barnett. La condanna di Omar Benguit è uno scandalo, in trent`anni non ho mai visto nulla del genere. In prigione c`è un uomo innocente", ha dichiarato al Tg5 l`avvocato Di Stefano. Per volontà della famiglia Benguit il legale depositerà nei prossimi giorni a Londra la richiesta formale alla "Criminal cases review Commission" (la commissione indipendente per la revisione dei processi). I familiari del giovane condannato all`ergastolo vogliono che si riesamini l`omicidio di "Oki" Shin, dopo il ritrovamento del cadavere di Elisa Claps nella chiesa di Potenza a 17 anni dalla scomparsa. Non c`è solo la stessa modalità di uccisione con un`arma da taglio, mai ritrovata, in tutti e tre i casi. L`avvocato Di Stefano al Tg5 rivela un particolare inedito. Può confermare che a Jong-ok Shin l`assassino tagliò una ciocca di capelli? "Sì, lo posso confermare", afferma l`avvocato Di Stefano. Con assoluta certezza? "Con assoluta certezza", replica il legale di Omar Benguit. Nella mano destra di Heather Barnett, che abitava nella villetta di fronte a quella di Restivo, l`assassino lasciò una ciocca di capelli, appartenenti ad una persona mai identificata. Uno degli indizi a carico di Danilo Restivo il quale, secondo le segnalazioni della polizia italiana e di quella del Dorset, la contea dove si trova Bournemouth, aveva l`abitudine di tagliare ciocche di capelli a donne incontrate casualmente. "Come avvocato non posso dire l`assassino è questo o quello - conclude Giovanni Di Stefano - Omar Benguit è assolutamente innocente. Ma questi omicidi appartengono ad una serie. E questo significa che è libero un serial killer".

Red/Cro

© riproduzione riservata