Lunedì 26 Aprile 2010

Albero Falcone/Napolitano invia nuovo messaggio: eroi di libertà

Roma, 26 apr. (Apcom) - Giovanni Falcone e Paolo Borsellino rappresentanto dei "servitori dello Stato eccezionali per lealtà e professionalità, grandi magistrati, coraggiosi e sapienti combattenti per la causa della legalità, in difesa della libertà e dei diritti dei cittadini". Lo si legge nel mesasaggio che il Capo dello Stato Giorgio Napolitano, riprendendo le espressioni, rese lo scorso anno a Palermo nella manifestazione "Per non dimenticare" con studenti giunti da tutta l'Italia, affidato al Prefetto di Palermo affinchè sia posto ogggi stesso sull 'albero di Falcone': il ficus davanti al portone dello stabile dove Giovanni Falcone abitava a Palermo,in via Notarbartolo, dal quale due giorni fa ignoti, in pieno gionro, hanno fatto razzia di messaggi e lettere depositati in questi anni in memoria del magistrato. Napolitano, con il suo gesto, ha voluto raccolgiere fra i primi l'appello di Maria Falcone, Rita Borsellino e Piero Grasso a ricostituire prontamente il patrimonio depredato di memoria dell'"albero". Dove lo stesso Napolitano, l'11 dicembre 1992 da Presidente della Camera, pose già un suo personale ed istituzionale attestato.

Tor

© riproduzione riservata