Giovedì 29 Aprile 2010

Sindone/ La domenica del Papa a Torino per venerare il Sudario

Torino, 29 apr. (Apcom) - Sarà breve ma intensa la visita del Papa di domenica due maggio a Torino in occasione dell'Ostensione della Sindone. Una trasferta di una sola giornata ma ricca di appuntamenti, come ha illustrato oggi l'arcivescovo di Torino, il cardinale Severino Poletto. Il Papa arriverà all'aeroporto di Caselle alle 9,15 e alle 10,15 celebrerà la messa in piazza San Carlo. Lo spazio è in grado di accogliere 50mila persone ma i fedeli che potranno assistere e che hanno già avuto il biglietto per partecipare alla celebrazione dalla parrocchia di appartenenza sono solo 25mila. "Per motivi di sicurezza abbiamo ridotto molto - ha spiegato il cardinale - ma chi non entra potrà stare in via Roma (che sbocca in piazza san Carlo, ndr) e in piazza Castello (dove inizia via Roma, ndr) e vedere il papa dai maxischermi". Alle 12 il Papa reciterà la preghiera mariana del Regina Coeli, che per tutto il tempo pasquale sostituisce l'Angelus. L'unico rappresentante del governo accreditato per i due eventi della mattinata (ma la conferma definitiva arriverà solo sabato) è il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta. Al termine della messa, il Papa andrà in via Arcivescovado, presso la sede dell'arcidiocesi di Torino, per un pranzo privato con i vescovi piemontesi. Qui Benedetto XVI avrà alcuni incontri privati. Tra le persone che lo saluteranno in via riservata forse ci sarà anche Sergio Marchionne, amministratore delegato della Fiat, che ha messo a disposizione come sponsor il parco macchine di cui si serve il comitato dell'ostensione per la Sindone. Nel pomeriggio Benedetto XVI tornerà in piazza San Carlo per incontrare i giovani, alle ore 16. L'incontro non sarà quindi, come previsto in un primo momento, alla Chiesa del santo Volto di Torino, nel quartiere periferico del Piero della Francesca. "E' stato fatto un discorso economico, di austerità - ha spiegato Poletto - un palco è già montato in piazza san Carlo, metterne un secondo in un altro luogo non sarebbe stato il caso. E poi ci abbiamo ripensato anche in rispetto dell'età del Santo Padre, per non complicare il programma". Successivamente, il Papa si recherà al Duomo per la venerazione della Sindone. Dentro alla chiesa sarà ammessa solo la presenza delle suore di clausura della diocesi del Piemonte. Infine, dopo la visita, Papa Ratzinger si recherà alla Chiesa del Cottolengo dove saluterà e benedirà i malati. Il rientro a Città del Vaticano è previsto intorno alle 21.

Sol/Ssa-Pol

© riproduzione riservata