Venerdì 30 Aprile 2010

Calcio/Della Valle:Fiorentina si scusa per ultime indegne partite

Roma, 30 apr. (Apcom) - Il consigliere ed azionista di riferimento Andrea Della Valle ha chiesto questa mattina "scusa" ai tifosi della Fiorentina "per le ultime due indegne partite" giocate dalla squadra viola, battuta dall'Atalanta (2-1) a Bergamo e dal Chievo (2-0) a Firenze nella trentacinquesima e trentaseiesima giornata del campionato di Serie A. Il club viola questa mattina aveva annunciato di avere annullato la conferenza stampa di Cesare Prandelli, prevista come al solito alla vigilia del match di campionato, che vedrà i viola ospiti domani sera del Milan a San Siro nell'anticipo, e di avere previsto al posto dell'allenatore la presenza del presidente. "La squadra sa cosa significa rispettare la maglia viola", ha detto Della Valle. "Chiedo scusa a tutti a nome della squadra. I nostri tifosi se ne sono andati domenica, in modo civile e hanno fatto bene". Con 3 sole partite ancora da giocare, la Fiorentina è al momento fuori dalle coppe, nona in classifica appaiata al Parma a quota 46 punti e a -7 dalla zona Europa League. "Bisogna ripartire sicuramente dalla nostra straordinaria stagione in Champions League", ha detto Della Valle. "Il Bayern è finalista, noi li abbiamo messi in difficoltà e battuti. Cosa dobbiamo ricostruire? La mentalità vincente, che ultimamente abbiamo perso. Ormai l'Europa è un miraggio, purtroppo abbiamo rovinato tutto con le ultime due partite. Dobbiamo guardarci negli occhi e capire chi vuol far ancora parte del progetto. Perchè un progetto qua c'è". Risposta, questa, servita ai giocatori (come Alberto Gilardino) che ultimamente si erano pubblicamente interrogati sulle intenzioni future della proprietà. "Ci dev'essere un forte spirito di squadra, come c'è sempre stato nella nostra gestione, tranne che nelle ultime due settimane. Le fondamenta della società sono solide. Chi non vuol far parte del progetto basta che lo dica e può andarsene, non ci sono problemi. A Gilardino è scappata una frase sbagliatissima. Ieri ho parlato con lui e gliel'ho detto. Non c'è chiarezza? Ma stiamo scherzando...". (segue)

CAW

© riproduzione riservata