Venerdì 30 Aprile 2010

Cucchi/ Rischiano processo 13 persone, anche dirigente Prap

Roma, 30 apr. (Apcom) - Sono 13 gli indagati per la morte di Stefano Cucchi. I pm della Procura di Roma hanno depositato gli atti nei confronti di 6 medici dell'ospedale Sandro Pertini, 3 infermieri, 3 agenti di polizia penitenziaria che picchiarono il giovane geometra nei sotterranei del tribunale di piazzale Clodio. L'elenco, compilato dai magistrati, è chiuso dal direttore dell'ufficio detenuti e del trattamento del Prap, il provveditorato regionale amministrazione penitenziaria. Al funzionario, Claudio Marchiandi, è contestato il reato di falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale e abuso d'ufficio. Per la prima fattispecie Marchiandi, insieme con la dottoressa Rosita Caponetti, dirigente medico di turno in servizio all'ospedale Sandro Pertini, il 17 ottobre scorso, "al fine di precostituirsi le condizioni previste dal protocollo organizzativo di struttura complessa di medicina protetta" per "accettare il ricovero di Stefano Cucchi, a indicare falsamente nell'esame obiettivo riportato nella cartella clinica redatta all'ingresso del paziente, i seguenti dati in ordine alle condizioni generali dello stesso; in particolare indicava condizioni generali 'buone', stato di nutrizione 'discreto', 'decubito indifferente', apparato muscolare 'tonico trofico' e apparato urogenitale 'ndr'; dati palesemente falsi in ordine alle reali condizioni del paziente". "Ed in evidente contrasto - si continua - con quanto indicato nella cartella infermieristica redatta presso lo stesso reparto e con i rilievi obiettivi dei sanitari della casa circondariale di Regina Coeli e dei sanitari del pronto soccorso dell'ospedale Fatebenefratelli, essendo in particolare, il paziente allettato in decubito obbligato cateterizzato, impossibilitato alla stazione eretta e alla deambulazione, con apparato muscolare gravemente ipotonotrofico, tanto da indurre i sanitari a praticare terapia per via endovenosa vista l'assenza di sufficiente muscolatura per praticare intramuscolo".

Nav

© riproduzione riservata