Venerdì 30 Aprile 2010

Marea nera/ Disastro ambientale, rischio per Obama

Roma, 30 apr. (Apcom) - L'esplosione della Piattaforma Bp dieci giorni fa al largo della Louisiana potrebbe rappresentare il peggiore disastro ambientale della storia degli Stati Uniti: sicuramente, è uno scoglio pericoloso ed inatteso per la Casa Bianca, che tra le tante riforme interne - il vero calvario di ogni Amministrazione - sta spingendo anche per una legge sul clima in linea con l'impegno "verde" difeso da Barack Obama fin dalla campagna elettorale. Come ricorda il quotidiano The Washington Post, una posizione già finita sotto attacco sia da parte dell'opposizione Repubblicana che per motivi opposti dall'ala liberal dei Democratici, come del resto altre iniziative di una Casa Bianca alle prese con il pragmatismo della politica reale; inoltre, nella vicenda ha un suo peso anche lo spettro del "Katrina" e della mancata risposta delle autorità federali al disastro di New Orleans, una scomoda opportunità di paragone con l'Amministrazione Bush che Obama avrebbe preferito evitare. Sul primo fronte, il portavoce della casa Bianca Robert Gibbs ha ammesso che un'inchiesta approfondita sulla vicenda potrebbe costringere l'Amministrazione a ripensare la proroga sulle trivellazioni offshore, concessa - fra le polemiche degli ambientalisti - come moneta di scambio ai Repubblicani in cambio di una legge sul clima di più ampio respiro. In attesa delle indagini sul disastro e delle relative conseguenze legislative - e nella speranza che le operazioni di contenimento dei danni ambientali vengano gestite nel migliore dei modi - un mese dopo aver dichiarato di voler "andare oltre i vecchi dibattiti tra destra e sinistra, tra aziende e ambientalisti, tra coloro secondo i quali le trivellazioni sono la panacea per tutti i mali e coloro che le vogliono escludere del tutto", Obama rischia ora di ritrovarsi al punto di partenza, senza un'arma con la quale placare l'ostilità Repubblicana alla legge sul clima e con una credibilità "verde" - già minata dagli esiti incerti del vertice di Copenhaghen - assai diminuita agli occhi dei liberal.

Aqu

© riproduzione riservata