Giovedì 13 Maggio 2010

Salone libro/ Al via oggi la kermesse dedicata all'India

Torino, 13 mag. (Apcom) - "L'India e l'Italia sono le sole due anarchie democraticamente elette funzionanti nel mondo di oggi. Sia gli italiani che gli indiani sono persone estremamente creative, non soltanto nel campo delle arti, dei mestieri e della vita intellettuale ma anche nel trovare soluzioni innovative alle pretese irragionevoli dei governi". Si è aperta così, con le parole di Sudhir Kakar, psicanalista, narratore, e docente universitario indiano la serata inaugurale del 23esimo Salone internazionale del libro, che apre i battenti questa mattina alle 10 con l'inaugurazione ufficiale. "Preferisco non affrontare la questione della diversità dell'India - ha detto lo scrittore ospite d'onore di questa serata di gala con le autorità - che viene sollevata spesso quando si vuole generalizzare. Nel nostro libro Gli indiani io e mia moglie abbiamo parlato di alcune caratteristiche che ci accomunano. Come l'incoerenza indiana. Gli indiani tradizionalmente hanno sempre preferito agire in base a quella che il mio amico nonché compianto poeta e studioso A. K. Ramanujan chiamava la sensibilità contestuale. Non esiste un concetto universale di natura umana nella civiltà indiana e non esistono regole etiche valide per tutti gli uomini" E questa sorta di relativismo, ben rappresentato nell'adulterio, "che non si dovrebbe fare però in certi casi" accomuna gli indiani e gli italiani secondo Kakar. Dopo la sua prolusione, che ha seguito i saluti di Rolando Picchioni, presidente del Salone ed Ernesto Ferrero, direttore editoriale, ha suonato al Lingotto il quartetto di flauti diretto da Pt. Hari Mohan Srivastava. Seduti tra le prime file, anche il neo presidente del consiglio di gestione di Intesa Sanpaolo Andrea Beltratti, alla sua prima uscita pubblica. E oggi a inaugurare la kermesse sarà il ministro del lavoro e delle politiche sociali, Maurizio Sacconi, in sostituzione del dimissionario ministro dello sviluppo economico Claudio Scajola, con il presidente della Regione Roberto Cota. Da oggi a lunedì il salone è pronto ad ospitare i suoi 1.400 espositori, di cui 75 nuovi 1.500 eventi compresi convegni, concerti, presentazioni. La memoria svelata, in tutt ele sue accezioni, il tema di quest'anno.

Sol

© riproduzione riservata