Giovedì 13 Maggio 2010

Appaltopoli/ Bertolaso: Ad Anemone 20 mila euro per falegnamerie

Roma, 13 mag. (Apcom) - Il Sottosegreario alla Presidenza del Consiglio Guido Bertolaso torna a rinnovare "solidarietà" all'ex ministro Claudio Scajola ed ipotizza "gelosie" alla base del loro coinvolgimento nell'inchiesta sul costruttore Anemone. Quanto al proprio rapporto con Anemone, Bertolaso precisa, in una intervista a 'Il Secolo XIX' di aver consegnato all'imprenditore solo un assegno da ventimila euro per "dei lavori di falegnameria". Quanto al rapporto professionale fra sua moglie e l'imprenditore sotto inchiesta, Bertolaso spiega che "Anemone nel 2006, in tempi non sospetti, cercava qualcuno che progettasse il verde per il suo centro sportivo. Mia moglie fece la prima bozza ma poi si fermò perché erano in arrivo i mondiali di nuoto e la collaborazione era, in effetti inopportuna» Nella lunga intervista al quotidiano ligure, il capo della Protezione Civile, in una lunga intervista al Secolo XIX parla a lungo dei progetti per il futuro e torna sul dl che prevedeva anche la privatizzazione della Protezione Civile, che avrebbe abolito il ricorso all`arbitrato per i lavori del G8 alla Maddalena e fu bocciato da maggioranza e opposizione."In Italia, quando c`è un conflitto tra privati e amministrazione pubblica si ricorre sempre all`arbitrato perché «è una greppia» per tutti, denuncia. «Con il decreto io taglio del 30 per cento tutti i budget - precisa - . Poi siccome le aziende dopo un primo momento di sbandamento si riorganizzano per chiedere l`arbitrato intervengo io», con il risultato che «in Commissione me l`hanno cancellato, l`emendamento. Tutti d`accordo, maggioranza e opposizione». «Io chiudo la porta principale - aggiunge - e loro cercano di rientrare da quella laterale. In aula ho chiesto che quell`articolo venisse rivotato, i cittadini hanno risparmiato almeno un centinaio di milioni».

Tor

© riproduzione riservata