Giovedì 13 Maggio 2010

Papa: Sbagliano credenti in politica o media che si vergognano

Fatima, 13 mag. (Apcom) - I credenti che, nel mondo della politica, della cultura e dei mass media, "si vergognano", "danno una mano al secolarismo". E' la critica del Papa che, incontrando i vescovi del Portogallo, esorta i cattolici lusitani a non accettare "bavagli" ed auspica un "richiamo coraggioso e integrale ai principi". "I tempi nei quali viviamo - ha detto Ratzinger - esigono un nuovo vigore missionario dei cristiani, chiamati a formare un laicato maturo, identificato con la Chiesa, solidale con la complessa trasformazione del mondo. C`è bisogno di autentici testimoni di Gesù Cristo, soprattutto in quegli ambienti umani dove il silenzio della fede è più ampio e profondo: i politici, gli intellettuali, i professionisti della comunicazione che professano e promuovono una proposta monoculturale, con disdegno per la dimensione religiosa e contemplativa della vita. In tali ambiti - ha tenuto ad aggiungere il Papa - non mancano credenti che si vergognano e che danno una mano al secolarismo, costruttore di barriere all`ispirazione cristiana. Nel frattempo, amati fratelli, quanti difendono in tali ambienti, con coraggio, un vigoroso pensiero cattolico, fedele al Magistero, continuino a ricevere il vostro stimolo e la vostra parola illuminante, per vivere, da fedeli laici, la libertà cristiana. Mantenete viva la dimensione profetica, senza bavagli - ha detto Benedetto XVI - nello scenario del mondo attuale, perché 'la parola di Dio non è incatenata!'". (segue)

Ska

© riproduzione riservata