Sabato 15 Maggio 2010

Appaltopoli/ Meloni: Politici corrotti siano puniti più di altri

Roma, 15 mag. (Apcom) - "La corruzione è un fenomeno contagioso e, se non si fa nulla, dilaga. Per questo va stroncata in maniera esemplare". Il ministro della Gioventù Giorgia Meloni non ha dubbi sul fatto che, davanti alle inchieste sui Grandi Appalti, il governo debba dare "segnali chiari". Inoltre, spiega in una intervista a Repubblica, il ddl anticorruzione "va rafforzato e approvato immediatamente". "Ci vogliono pene più dure per i reati dei colletti bianchi e i politici corrotti vanno colpiti più degli altri" anche con una "norma che per preveda, per il politico condannato in via definitiva per reati commessi nell'esercizio della propria funzione, la non candidabilità a vita in qualunque assise pubblica. Per intendersi, nemmeno un consiglio comunale". E per i funzionari l'impossibilità "di essere riassunti dalla pubblica amministrazione a qualunque livello, anche se hanno scontato la pena". "Io - sottolinea il ministro - sono una delle persone più rigide sulla questione morale, noi che veniamo dalla destra non faciamo sconti su questo". Bertolaso? "Sostiene che sia tutto in regola - conclude - mi fido di lui...".

Vep

© riproduzione riservata