Domenica 16 Maggio 2010

Calcio/ Mourinho: Qui non mi sento a casa, dopo finale rifletto

Roma, 16 mag. (Apcom) - L'Inter ha rischiato di non vincere lo scudetto non solo per demeriti propri e il silenzio deciso dopo Inter-Sampdoria è stato causato dalla necessità di evitare deferimenti in sede disciplinare: sono questi i motivi che hanno portato Josè Mourinho a trovare nel calcio italiano un ambiente scomodo e per questo, dopo la finale di Champions League, il tecnico nerazzurro si prenderà "due o tre giorni" per riflettere sul suo futuro, sospeso tra una terza stagione sulla panchina del club campione d'Italia e la prospettiva di un'avventura al timone del Real Madrid. A dirlo è stato lo stesso Mourinho dopo il match vinto per 1-0 sul campo del Siena per la conquista del 18.mo scudetto dell'Inter. (segue)

Grd-Caw

© riproduzione riservata