Mercoledì 19 Maggio 2010

Afghanistan/ Salme militari oggi in Italia

Roma, 19 mag. (Apcom) - Arriveranno oggi in Italia le salme dei due militari uccisi in Afghanistan lunedì mattina quando un ordigno è esploso contro il blindato Lince. "Le salme del sergente Massimiliano Ramadù e del primo caporal maggiore Luigi Pascazio saranno trasferite in Italia" oggi. "L'arrivo è previsto alle 9 del mattino all'aeroporto di Ciampino. I funerali, salvo cambiamenti, potrebbero avvenire nella giornata di giovedì", ha detto ieri il ministro della Difesa Ignazio La Russa in una informativa alla Camera dei deputati. Il sergente Massimiliano Ramadù e il primo caporal maggiore Luigi Pascazio erano dentro a un blindato Lince, posizionato nel nucleo di testa di una colonna composta da una quarantina di automezzi di diverse nazionalità, partita da Herat e diretta a Bala Murghab. La deflagrazione è stata fragorosa e improvvisa, "innescata da un ordigno ad alta potenzialità". Per loro non c'è stato alcuno scampo. All'interno c'erano anche Cristina Buonacucina e Gianfranco Scirè, rimasti gravemente feriti. Il caporale Buonacucina, è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico, nell'ospedale statunitense di Rammstein, in Germania, dove è stata trasportata a bordo di un aereo-ospedale. Gianfranco Scirè, che ha riportato una frattura alla gamba, è invece già rientrato in Italia ed è ricoverato all'ospedale militare del Celio.

Red/Kat

© riproduzione riservata