Mercoledì 19 Maggio 2010

Borsa/ Listini in profondo rosso, Milano -3,3% è la peggiore

Milano, 19 mag. (Apcom) - Giornata molto pesante per i mercati europei, iniziata male dopo la decisione tedesca di vietare le vendite allo scoperto su alcuni titoli e finita peggio sulla scia dell'andamento negativo di Wall Street. Hanno sofferto tutte le Borse e tutti i comparti, segno che l'incertezza sulla sostenibilità dei debiti pubblici di alcuni Paesi continua ad aumentare la volatilità dei mercati. Malissimo sono andati i titoli bancari (Euro Stoxx -3,7%), gli assicurativi (-3,4%), le risorse di base (-4,9%), le costruzioni (-3,5%), gli energetici (-2,8%), i servizi finanziari (-2,7%) i tecnologici (-2,7%), la chimica (-2,5%) e i media (-2,5%). A Piazza Affari Ftse It All -3,3% e Ftse Mib -3,5%, a Parigi Cac40-2,9%, a Francoforte Dax -2,7%, a Londra Ftse100 -2,8%, a Madrid Ibex35 -2,6% e a Lisbona Portugal Psi-20 -1,9%. A Piazza Affari a picco i finanziari con Unicredit (-5,9%), Intesa (-4,7%), Fonsai (-3,6%), Generali (-3,6%), Mediobanca (-3,2%) e Mediolanum (-3,1%). Molto male anche gli energetici con Saipem (-5,8%) ed Edison (-4,9%), le holding con Cir (-4,8%) ed Exor (-3,4%), le costruzioni con Impregilo (-4,4%) e Italcementi (-4%), i media con Mondadori (-3,7%) ed Espresso (-3,4%). A limitare i danni sono state solo alcuni utility, classici titoli difensivi, come Terna (-0,2%) e Acea (-0,8%).

Pbl

© riproduzione riservata