Lunedì 24 Maggio 2010

Fmi: Spagna riformi lavoro e pensioni e acceleri su banche

Roma, 24 mag. (Apcom) - Il Fondo monetario internazionale appoggia il piano di risanamento dei conti pubblici approntato dalla Spagna, ma aggiunge che è necessario affiancarlo a una profonda manovra di riforme strutturali: a cominciare dal mercato del lavoro, ma anche sul sistema pensionistico e accelerando sulla riforma del sistema bancario. Raccomandazioni lanciate dall'istituzione di Washington al termine della consueta missione annuale di ricognizione sull'economia del paese, sulla base della procedura ex "article IV". "L'economia spagnola ha bisogno di riforme ampie e articolate", si legge su un comunicato dell'Fmi. "Le sfide sono difficili: un mercato del lavoro che funziona male, lo sgonfiamento della bolla immobiliare, un ampio deficit di bilancio, e ampi disavanzi commerciali e del settore privato, una crescita della produttività anemica e un settore bancario con sacche di debolezza". Da settimane in Spagna si dibatte sulla questione di riformare il sistema delle casse di risparmio, compromesse dallo sgonfiamento della bolla immobiliare. Proprio nel weekend la Banca di Spagna è intervenuta con un salvataggio della Cajasur, un istituto di mole ridotta ma il caso ha riacceso le preoccupazioni sul tema. Nel frattempo il paese deve fronteggiare uno dei più elevati livelli di disoccupazione in Europa. Secondo l'Fmi bisogna accelerare in parallelo sia il risanamento dei conti, come previsto dal governo, sia le riforme strutturali. "Questa strategia sarebbe aiutata da un ampio sostegno politico e sociale, ed è essenziale agire in tempo", aggiunge il Fondo.

Voz

© riproduzione riservata