Mercoledì 26 Maggio 2010

Riemersa prima 'domus' etrusca in Italia, con le suppellettili

Roma, 26 mag. (Apcom) - Una scoperta inattesa e eccezionale: quando gli archeologi e addetti agli scavi di Vetulonia, qualche giorno fa, sotto una pioggia battente, hanno visto riaffiorare dal fango i resti di una casa etrusca risalente a un`epoca databile fra il III e il I secolo a.C. sono rimasti a bocca aperta. La scoperta, dopo due settimane di lavori, ha riportato alla luce un`intera Domus etrusca antica di 2400 anni, conservata perfettamente. Si tratta dei resti migliori che siano mai stati trovati in Italia e permetteranno agli archeologici di venire a conoscenza di nuove tecniche legate all`edilizia etrusca che fino ad oggi non si conoscevano. "E` un caso unico in Italia - spiega la direttrice del museo civico archeologico Isidoro Falchi di Vetulonia, Simona Rafanelli - anche perché con quello che abbiamo trovato fino ad oggi saremmo in grado di ricostruire tutta la casa per intero". Al suo interno una grandissima quantità di reperti inestimabili, di monete, oggetti di vita quotidiana: l'obiettivo, ora, è di proseguire con la campagna di scavi e fare della domus un museo all'aria aperta, con una copertura tutta in vetro per poter mettere in mostra anche i reperti finora rinvenuti.

Apa

© riproduzione riservata