Venerdì 04 Giugno 2010

Belgio/ Omicidio tribunale Bruxelles, fermato un sospetto

Bruxelles, $ giu. (Apcom) - La polizia belga ha fermato un sospetto, nell'ambito delle indagine sul duplice omicidio avvenuto ieri in un'aula del tribunale di Bruxelles. La Procura, citata dall'agenzia stampa Belga, ha confermato il fermo, avvenuto ieri in tarda serata. L'uomo arrestato è un iraniano di 47 anni, identificato da alcuni testimoni che si trovavano in tribunale al momento della sparatoria. Avvicinato ieri da alcuni poliziotti in un parco nel centro città, l'uomo avrebbe brandito un'arma e sparato in aria alcuni colpi. Sarebbe rimasto ferito. Ieri un giudice di pace donna e il suo cancelliere sono stati uccisi con colpi d'arma da fuoco sparati a bruciapelo in una sala delle udienze a Bruxelles, da un uomo che poi è riuscito a mettersi in fuga facendo perdere le proprie tracce. La tragedia si è consumata al termine di una udienza, in un edificio situato ad un centinaio di metri dall'imponente palazzo di giustizia di Bruxelles. "Appena finita l'udienza", l'omicida, che vi aveva assistito, "ha estratto una pistola e ha sparato in direzione del giudice e del suo cancelliere, uccidendoli entrambi sul colpo", ha spiegato il portavoce della Procura di Bruxelles, Jean-Jacques Meilleur, in una conferenza stampa. Nella sala oltre alle due vittime, vi erano due o tre avvocati, secondo Meilleur. L'assassino "è stato inseguito brevemente da uno degli avvocati presenti ma è riuscito a fuggire a piedi fra le strade del quartiere", ha spiegato ancora il rappresentante della Procura sottolineando che l'uomo "è attivamente ricercato". La magistrata uccisa aveva 60 anni ed era presidente della IV sezione della giustizia di pace di Bruxelles. "Aveva un curriculum eccellente", ha detto di lei il ministro della Giustizia belga, Stefaan De Clerck, che si è immediatamente recato sul luogo del duplice delitto. "E' una tragedia, un magistrato, per la prima volta nella storia del Belgio, e un cancelliere, sono stati uccisi in piena sala delle udienze, è inaccettabile", ha detto ancora De Clerck. (con fonte afp)

Fcs/Ihr

© riproduzione riservata