Venerdì 04 Giugno 2010

Intercettazioni/ D'Alema: Governo ragionevole su stralcio 007

Roma, 4 giu. (Apcom) - E' positiva la decisione del Governo di accettare lo stralcio delle norme sugli 007 dal ddl intercettazioni. Lo dice il presidente del Copasir Massimo D'Alema in una nota. "Do atto al Governo di avere compiuto una scelta ragionevole che conclude una tormentata vicenda, nel corso della quale si sono registrate anche delle incomprensioni". Il presidente del Copasir ripercorre la vicenda: "All'origine vi è stata l'approvazione, da parte della Camera, di un nuovo testo dell'articolo 28 della legge n. 124 in materia di intercettazioni telefoniche sulle comunicazioni di servizio degli appartenenti al Dis e alle Agenzie per la sicurezza. Su tale testo si era registrato un netto dissenso dei gruppi di opposizione e non fu possibile intervenire a causa del voto di fiducia". D'Alema aggiunge: "Apparve grave, fin da allora, al Copasir, che si intervenisse con una disposizione che suscitava così gravi contrarietà e dissensi su una legge che fu quasi unanimemente condivisa, come la 124, all'atto della sua approvazione. Anche per questo il Governo ha presentato al Senato un emendamento che, pur se indubbiamente limitativo della tutela offerta al personale dei Servizi, ha suscitato tuttavia perplessità, per cui, nella mia qualità di Presidente del Copasir, sin dal mese di aprile avevo suggerito che la norma fosse stralciata dal provvedimento sulle intercettazioni". "D'altro canto - ricorda D'Alema - il Governo stesso ha insediato una Commissione sulla materia del segreto di Stato, che non ha ancora completato i suoi lavori. Anche questo consiglia che l'intera materia possa essere organicamente riesaminata successivamente in sede di valutazione sullo stato di attuazione della riforma e su eventuali condivise modifiche da apportare alla legge n.124". "Pertanto - conclude il presidente del Copasir - appare positiva la scelta del Governo di tenere fuori la materia dei servizi segreti, che per la sua delicatezza merita di essere affrontata in uno spirito bipartisan, dalle accese polemiche che stanno caratterizzando l'esame di un provvedimento così discutibile come quello sulle intercettazioni".

Red/Adm

© riproduzione riservata