Venerdì 04 Giugno 2010

Borsa/Ripartono forti cali Ue,Milano -3,53% dopo dati lavoro Usa

Roma, 4 giu. (Apcom) - Tornano a calare in maniera accentuata le Borse europee, dopo che il dato macroeconomico più atteso della settimana, quello sul mercato del lavoro negli Usa, ha fornito sviluppi deludenti rispetto alle previsioni. A Milano dopo una mattinata in leggero rialzo, virata a ribassi fin dal primo pomeriggio, dopo la pubblicazioni dei dati Usa le perdite si ampliano a un meno 3,53 per cento del Footsie-Mib. Pesante anche Madrid, anch'essa in ribasso di oltre il 3 per cento; Londra segna un meno 2 per cento, Parigi meno 2,77 peer cento, Francoforte meno 2,22 per cento. E da metà seduta è tornato ad indebolirsi anche l'euro, oggi fin sotto 1,21 dollari pre la prima volta dall'aprile del 2006. Complice una campagna di assunzioni pubblica per un censimento, a maggio l'economia americana è tornata a generare posti di lavoro in maniera massiccia: 431mila in più in un solo mese, secondo i dati del dipartimento del Lavoro Usa. Tuttavia il dato si è rivelato inferiore alle attese degli analisti, che in media stimavano oltre 500mila nuovi posti. Nel frattempo il tasso di disoccupazione ha mostrato un nuovo calo, due decimali in meno al 9,7 per cento; ma anche questa voce racchiude fattori non rassicuranti. Rappresenta solo coloro che sono attivamente alla ricerca di un lavoro, mentre ne sono esclusi quelli che, scoraggiati, rinunciano a cercarlo, fenomeno particolarmente accentuato nelle fasi di recessione prolungata.

ALE

© riproduzione riservata