Domenica 06 Giugno 2010

Monito Papa da Cipro:in Mediorietnte stop tensioni o bagno sangue

Roma, 6 giu. (Apcom) - Il Papa alza forte la sua voce a Cifro per la pace in Medio Oriente, affinchè "si possano trovare soluzioni giuste e durature ai conflitti che causano così tante sofferenze". Benedetto XVi al termine della solenne celebrazione a Nicosia nel suo ultimo giorno a Cipro, rivolge un vibrabte appello per "uno sforzo internazionale urgente e concertato al fine di risolvere le tensioni che continuano nel Medio Oriente, specie in Terra Santa, prima che tali conflitti conducano a uno spargimento maggiore di sangue". Il Papa prega che i lavori del Sinodo sul Medio Oriente che si terrà a ottobre "aiutino a volgere l`attenzione della comunità internazionale sulla condizione di quei cristiani in Medio Oriente, che soffrono a causa della loro fede". "Dio benedica tutti i popoli del Medio Oriente",dice il Pontefice. E nella 'Instrumentum laboris' del Sinodo per il Medio Oriente, il documento che il Papa consegna ai vescovi cristiani a Cipro è sottolineato come "la situazione attuale nel Medio Oriente è per non pochi versi simile a quella vissuta dalla primitiva comunità cristiana in Terra Santa". Con la chiesa cattolica in Terra Santa "perseguitata come la primitiva comunità", l'analisi della situazione geo-politica in Israele, con "l'occupazione israeliana dei territori palestinesi" che "rende difficile la vita quotidiana per la libertà di movimento, l'economia e la vita sociale e religiosa". Ed ancora: la libertà di culto, il conflitto in Iraq che ha come "principali vittime" proprio i cristiani. Insieme alla rinnovata conndanna dell'estremismo islamico che "costituisce una minaccia per tutti, cristiani, ebrei e musulmani"

Ssa-Rcc

© riproduzione riservata