Martedì 15 Giugno 2010

Tariffe/ Autorità: Da luglio rischio aumenti bollette luce e gas

Roma, 15 giu. (Apcom) - Le prossime bollette di luce e gas potrebbero subire degli aumenti dovuti agli andamenti del prezzo del petrolio negli ultimi nove mesi e all'andamento dell'euro. Lo ha spiegato il presidente dell'Autorità per l'energia elettrica, Alessandro Ortis, nel corso di un'audizione in Parlamento sul decreto legislativo che riorganizza gli stoccaggi, fissa nuovi testi per l'Eni. Ad aggravare la situazione per i consumatori finali anche il nuovo decreto legislativo che prevede oneri per i clienti civili compresi in un range tra i 30 e i 100 milioni di euro all'anno per l'incentivazione delle nuove infrastrutture di stoccaggio. "Notiamo - ha detto Ortis - che l'attuale andamento del prezzo del petrolio ed il cambio euro-dollaro, in assenza di interventi correttivi non potrebbero che indurre a breve un aumento dei prezzi dei consumatori finali". Perciò per contribuire a ridurre l'eccessivo impatto del prezzo del petrolio sulla materia prima gas, l'Autorità ha avviato un procedimento per riformulare i metodi di aggiornamento dei prezzi del ga s per i clienti finali dotati di minore potere contrattuali, metodi che tengono conto delle variazioni strutturali più recenti del mercato del gas.

Rbr/Ral

© riproduzione riservata