Venerdì 25 Giugno 2010

Brancher non va dai giudici: Devo organizzare il nuovo ministero

Roma, 25 giu. (Apcom) - Aldo Brancher si difende dall'accusa di aver utilizzato la sua fresca nomina a ministro per invocare il legittimo impedimento nel processo Antonveneta nel quale figura come imputato. "In questo momento ho una serie di cose da fare", spiega conversando con i cronisti in Transatlantico dopo il voto della Camera sul decreto Bondi. "Non ho nulla da rimproverarmi - aggiunge - tra l'altro devo organizzare il mio ministero. Sono solo, non ho neppure il capo di gabinetto". In ogni caso, il neoministro sottolinea che la legge gli consentirebbe di invocare l'impedimento con rinvii di sei mesi in sei mesi, "invece ho chiesto tre mesi, ho dato disponibilità per il 7 ottobre, non ricordo se è sabato o un altro giorno. Poi, io sarei disponibile anche il 15 agosto, ma i Tribunali sono chiusi..."

Bar/

© riproduzione riservata