Venerdì 25 Giugno 2010

Mondiali/ Italia a casa, Slovacchia sbatte fuori i campioni

Roma, 24 giu. (Apcom) - E' finita con il 2-3 contro la Slovacchia e con il disastroso ultimo posto nelò Grupp F l'avventura dell'Italia campione uscente ai Mondiali di calcio sudafricani. Ed è finita con il ct azzurro Marcello Lippi, al posto del quale arriverà Cesare Prandelli, come reso noto dalla federcalcio prima dell'avventura iridata, pronto ad assumersi "tutte le responsabilità" del fallimento. Lippi ha ammesso di avere mandato in campo la squadra "con il terrore nelle gambe, nella testa e nel cuore". Secondo Lippi, l'Italia è scesa in campo come paralizzata nel primo tempo. "Non è riuscita a fare niente per motivi esclusivamente psicologici, non si è espressa, non ha giocato, non ha costruito, non ha fatto niente", ha spiegato il ct azzurro nella conferenza stampa dopo il match. "Avevo preparato questa partita presentandola come una finale, dentro o fuori. Evidentemente ho sbagliato a creare questi presupposti psicologici, ho mandato in campo una squadra non sufficientemente pronta per una partita così importante". All'ultimo match del Gruppo F all'Ellis Park di Johannesburg, l'Italia è arrivata reduce dai due 1-1 contro Paraguay e Nuova Zelanda e, per non correre rischi e centrare la qualificazione agli ottavi di finale senza dover aspettare un risultato favorevole dall'altro match, era chiamata a vincere. Ma gli azzurri sono andati sotto dopo 25' per il gol di Robert Vittek, che poi al 73' ha firmato doppietta e raddoppio. Totò Di Natale ha accorciato all'81', ma con gli azzurri sbilanciati in avanti alla ricerca del pari (che con lo 0-0 tra Paraguay e Nuova Zelanda a Polokwane sarebbe bastato per andare agli ottavi), all'89' è arrivato il terzo gol slovacco di Kamil Kopunek. Inutile il 2-3 firmato da Fabio Quagliarella (in campo nel secondo tempo) al 92'. Grazie alla vittoria la Slovacchia ha così conquistato il secondo posto nel girone con 4 punti e la qualificazione agli ottavi di finale (dove affronterà l'Olanda, che con il 2-1 rifilato ieri sera al Camerun ha chiuso il Gruppo F a punteggio pieno), alle spalle del Paraguay (che troverà il Giappone, ieri sera vittorioso 3-1 sulla Danimarca nello spareggio per il secondo posto del Gruppo E), primo con 5 punti. La Nuova Zelanda ha chiuso terza con 3 punti e l'Italia è finita mestamente ultima con soli 2 punti. Prima di questa disastrosa partecipazione a Sudafrica 2010, la nazionale azzurra era stata eliminata nel primo turno dei Mondiali in cinque occasioni. L'ultimo grande flop risale all'edizione di Germania 1974, mentre le altre eliminazioni nel primo turno arrivarono nei Mondiali di Brasile 1950, Svizzera 1954, Cile 1962 e Inghilterra 1966. Mai prima di questa edizione, tuttavia, la nazionale italiana era stata eliminata nel primo turno senza vincere neanche una partita: la partecipazione a Sudafrica 2010 segna quindi il punto più basso nella storia delle partecipazioni azzurre ai Mondiali.

CAW

© riproduzione riservata