Venerdì 25 Giugno 2010

Brancher/ Di Pietro: Deve dimettersi, da Idv mozione di sfiducia

Roma, 25 giu. (Apcom) - "La nota del Quirinale dimostra come Brancher abbia preso in giro non solo i magistrati ma lo stesso Presidente della Repubblica". Lo afferma in una nota il Presidente dell`Italia dei Valori, Antonio Di Pietro. "L`Italia dei Valori - scrive l'ex Pm - ha sostenuto, sin dal primo momento, che la vera motivazione per cui Berlusconi ha nominato Brancher ministro è quella di permettergli di sfuggire dalle aule del Tribunale per garantirgli l`impunità e non certo quella di farlo lavorare per il Paese. L`IdV chiede le immediate dimissioni di Aldo Brancher e, per questo, presenterà una mozione di sfiducia. Vogliamo vedere il Parlamento da che parte si schiererà. D`altronde il caso Brancher è peggio del caso Scajola". "Invitiamo tutte le forze politiche dell`opposizione, ma anche la Lega e le aree del Pdl più sensibili ai temi della legalità, a firmare la mozione di sfiducia dell`Italia dei Valori nei confronti del ministro Brancher", fanno eco i capigruppo Idv di Camera e Senato Massimo Donadi e Felice Belisario. "Le dimissioni - aggiungono i capigruppo-, dopo le giuste parole di Napolitano, sarebbero un atto dovuto, ma l`arroganza di questo governo è tale che non ci aspettiamo neanche questo gesto di rispetto istituzionale. Con la nomina di Brancher il governo ha toccato davvero il fondo e tocca ora al Parlamento far recuperare un po` di dignità alla politica italiana".

Gic

© riproduzione riservata