Lunedì 28 Giugno 2010

Mondiali/ Germania-Argentina nei quarti con "orrori" arbitrali


Roma, 27 giu. (Apcom)
- Il secondo quarto di finale dei Mondiali sudafricani vedrà opposte Germania e Argentina. Le due squadre più in forma del torneo hanno ottenuto ieri il passaggio del turno per meriti propri ma anche per errori arbitrali che le hanno in parte favorite. Ad aprire le danze la roboante goleada della Germania per 4-1 sull'Inghilterra. Nel match degli ottavi a Bloemfontain i tedeschi hanno sbloccato dopo 20' con Miroslav Klose. Il raddoppio è arrivato al 37' con un diagonale da posizione defilata di Lukas Podolski. La riposta inglese è arrivata al 37' con la rete di Matthews Upson. La nazionale di Fabio Capello può recriminare però per il gol (regolare) del pareggio negato a Franck Lapard al 38'. Sul tiro del centrocampista il pallone ha colpito la traversa ed è ricaduto quasi un metro dentro la porta, prima di essere recuperato dal portiere tedesco. Una clamorosa svista per l'arbitro uruguaiano Jorge Larronda e i suoi assitenti che ricorda, al contrario, il gol fantasma concesso invece all'inglese Geoff Hurst nella finale dei Mondiali del 1966 contro la Germania e che consentì agli inglesi di vincere la coppa.

La difesa inglese ha palesato enormi lacune selle ripartenze avversarie e al 67', sul contropiede scaturito dopo una una punizione concessa agli inglesi, ha subito il terzo gol della Germania con un diagonale chirugico di Thomas Mueller. Poco convicente però anche l'intervento del portiere James. Il centrocampista tedesco è andato di nuovo a segno tre minuti dopo concludendo un'altra azione in contropiede condotta da Ozil. A 14 anni esatti di distanza dalla semifinale di Euro '96 e a 20 da quella di Italia '90, Germania e Inghilterra si ritrovano di fronte per uno scontro diretto fondamentale e sfuma ancora il sogno degli inglesi di riprendersi la rivincita dopo due cocenti eliminazioni ai rigori. La Germania invece si prepara al match più difficile contro l'Argentina, sabato 3 luglio alle ore 16 a Città del Capo.

La nazionale di Diego Armando Maradona ha battuto con un rotondo 3-1 il Messico. L'albiceleste ha sbloccato il risultato dopo 25' con Tevez con un gol in palese fuorigico. Un brutto errore per l'arbitro italiano Roberto Rosetti che prima di convalidare il gol si è anche consultato con l'assistente Ayroldi. Il secondo gol è un regalo del difensore messicano Osorio che si è fatto rubare il pallone da Higuain che è andato a segno al 33'. Il terzo gol argentino porta sempre la firma di Tevez che al 52' ha fulminato Perez con un gran tiro dalla distanza. Il gol della bandiera per il Messico lo ha messo a segno Hernandez al 71'. Messi ancora non è andato a segno ma il suo contributo è comunque indispensabile.


CAW

© riproduzione riservata