Lunedì 28 Giugno 2010

Marea nera/ Nuove speranze, Bp ha quasi ultimato pozzo soccorso

Roma, 28 giu. (Apcom) - E' quasi pronto il primo dei due pozzi di soccorso che dovrebbero arginare la falla del "Macondo well", il pozzo di greggio all'origine del disastro ambientale nel Golfo del Messico. La notizia, scrive oggi il Times in apertura della sua edizione online, "alimenta le speranze che il gigante petrolifero (Bp) sia sulla buona strada per mettere fine alla crisi della Deepwater Horizon", la piattaforma esplosa e poi sprofondata nel Golfo il 20 aprile. Il ministro dell'Energia Usa, Steven Chu - aggiunge ancora il quotidiano britannico - dovrebbe volare a Houston oggi per assistere alle fasi finali dell'operazione. Il pozzo di soccorso si trova circa a una sessantina di metri di distanza orizzontale dal pozzo originale e dovrebbe essere individuato grazie a dei radar e all'utilizzo di una strumentazione elettromagnetica. L'operazione prevede successivamente un'iniezione di fanghi e cemento nel pozzo originario per sigillarlo definitivamente. Se non si verificheranno complicazioni tecniche o ritardi dovuti alle cattive condizioni meteorologiche, il pozzo di soccorso dovrebbe essere funzionante entro due settimane e mezzo, quindi "molto prima della scadenza prevista da Bp di metà agosto".

Fcs

© riproduzione riservata