Lunedì 28 Giugno 2010

Pedofilia, da Corte Suprema Usa via libera causa contro Vaticano

New York, 28 giu. (Apcom) - La Corte Suprema degli Stati Uniti ha deciso di non bloccare un processo contro il Vaticano. I giudici hanno respinto un appello della Santa Sede con cui veniva chiesto di bloccare il ricorso presentato da un cittadino dell'Oregon che ha denunciato di aver subito abusi da un sacerdote cattolico. All'interno di tale processo il Vaticano ha un ruolo attivo in quanto accusato di aver spostato di città in città il prete incriminato, il reverendo Andrew Ronan, nonostante i numerosi casi di pedofilia denunciati a suo carico. Ronan, morto nel 1992, è stato trasferito dall'Irlanda a Chicago e da qui a Portland, dove negli anni Sessanta ha incontrato John Doe, il cittadino, allora quindicenne, che ha deciso di portare la vicenda in tribunale. Il Vaticano aveva presentato un ricorso contro la causa mossa da Doe invocando l'immunità che spetta agli Stati sovrani. Un giudice ha però stabilito che esistevano abbastanza elementi di connessione tra Ronan e il Vaticano da considerare, secondo una legge dell'Oregon, il sacerdote un dipendente della Santa Sede.

Emc-Chb

© riproduzione riservata