Martedì 29 Giugno 2010

Pietro Taricone tra la vita e la morte dopo incidente paracadute

Roma, 29 giu. (Apcom) - Pietro Taricone, il noto personaggio televisivo, reso famoso dal primo Grande Fratello, è ricoverato gravissimo dal pomeriggio di lunedì all'ospedale di Terni in seguito ad un incidente con il paracadute. L`artista casertano si era recato a Terni con moglie e figlia per lanciarsi dopo un volo dall'aviosuperfice di Maratta. Sarebbe saltato da un Cesna caravan turbo elica, nell'ambito di una serie di attività svolte in questi giorni dalla scuola di paracadutismo 'Gordio' di Terni. Ha al suo attivo oltre 100 lanci, ma oggi qualcosa è andata storta. A metà della discesa, forse per un suo errore causato da un'improvvisa raffica di vento, le corde del paracadute si sono 'arrotolate' su loro stesse facendo precipitare Taricone al suolo. Uno schianto da incubo. Immediati i soccorsi, ma da subito le condizioni dell'attore sono apparse molto critiche: fratture multiple, sospetta emorragia interna, trauma alla testa, e completa incoscienza. Portato d`urgenza all`ospedale Santa Maria di Terni, i medici hanno constatato una grave emorragia interna a livello addominale e hanno intrapreso un'operazione, durata ore. Secondo quanto riferito dai medici Taricone avrebbe anche avuto un arresto cardiaco subito dopo la caduta. La prognosi è riservata. Per il presidente della società che gestisce l`area di lancio, Sergio Sbarzella, Pietro Taricone è "un grande conoscitore e frequentatore della nostra aviosuperficie" e inoltre è "un paracadutista esperto. Taricone considera il paracadustismo non solo uno sport, ma un'attività utile a formare l'equilibrio psico-fisico della persona". Si era lanciato con un gruppo di altri sette paracadutisti, che sono atterrati senza problemi. La polizia di Terni sta cercando di fare luce sull'accaduto e capire le cause dell'incidente. Dalla Questura si precisa che le indagini sono ancora in corso, ma l'ipotesi più probabile è che Taricone sia stato vittima di una sua errata manovra. Sicuramente non c'è stata una collisione in volo con gli altri compagni che si sono lanciati con lui.

Sav/Bnc

© riproduzione riservata