Giovedì 01 Luglio 2010

Manovra/ Errani: Regioni unite e premier detto che ci incontrerà

Roma, 1 lug. (Apcom) - Le Regioni vanno avanti unite e sono in attesa della convocazione del premier, Silvio Berlusconi, sulla manovra "il quale ha detto che ci incontrerà". Ad affermarlo il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, al termine della riunione straordinaria dei governatori, dove si è votato un nuovo documento all'unanimità per sollecitare un "confronto vero" sulla manovra. Le "Regioni, sottolineo con forza, all'unanimità e unite - ha detto Errani in una conferenza stampa - risottolineano alcune questioni fondamentali. Innanzitutto la conferma del documento siglato ieri" insieme a Comuni e Province e "la nostra posizione sulla manovra, cioè che siamo pronti a fare la nostra parte a saldi fermi ma la manovra deve essere modificata sulla dimensione dei tagli" tra i diversi livelli della pubblica amministrazione. Errani, replicando alle dichiarazioni del ministro degli Affari regionali, Raffaele Fitto, ha poi affermato: "Noi aspettiamo l'incontro con il premier che peraltro ha già dato dall'estero la disponibilità ad incontrarci e per questo lo ringraziamo". "Noi - ha puntualizzato - non abbiamo fatto la guerra a nessuno ma la pace si realizza trovando un punto di incontro".

Cos/Ral

© riproduzione riservata