Lunedì 12 Luglio 2010

Mondiali/ Germania, ritorno a casa di basso profilo

Francoforte sul Meno (Germania), 12 lug. (Ap-Apcom) - Ritorno a casa di basso profilo per la Germania, che con la squadra più giovane del torneo ha chiuso al terzo posto i Mondiali di calcio sudafricani. La squadra del ct Joachim Loew è stata sconfitta in semifinale per 1-0 dalla Spagna, laureata poi ieri sera campione del mondo (1-0 all'Olanda dopo i tempi supplementari), quindi ha battuto per 3-2 l'Uruguay nella finalina. "Siamo tutti delusi per la sconfitta in semifinale", ha detto il centrocampista Bastian Schweinsteiger all'arrivo all'aeroporto di Francoforte. La Germania ha però portato a casa i successi personali del ventenne Thomas Mueller, capocannoniere del torneo con 5 gol (pari merito con lo spagnolo David Villa, l'uruguaiano Diego Forlan e l'olandese Wesley Sneijder, ma premiato grazie ai 3 assist) e secondo la Fifa miglior giovane della manifestazione. "Sono felice in particolar modo per il titolo di capocannoniere, arrivato 40 anni dopo quello di Gerd Mueller nel 1970". Thomas al Mondiale ha indossato proprio il "mitico" numero 13 che portava sulle spalle il bomber dei bomber. A ricevere la nazionale tedesca a Francoforte, il sindaco Petra Roth.

CAW

© riproduzione riservata