Lunedì 12 Luglio 2010

Caldo/ Rischio ondate calore a Bolzano e Genova, ma afa ovunque

Roma, 12 lug. (Apcom) - Continua a regnare sovrana l'afa su tutta l'Italia. Le alte temperature, con valori massimi superiori alle medie del periodo, accompagnate da un elevato contenuto di umidità nell`aria, stanno causando ancora disagi alla popolazione e, dopo un fine settimana soffocante, con temperature che nella notte, con 25 gradi di minima, a Messina, Milano e Genova hanno toccato record a livello europeo e non solo italiano, anche per oggi si prevede un livello di allerta 3, rischio ondate di calore, per Bolzano e Genova, mentre un livello di allerta 3 è segnalato dalla protezione civile per Bologna, Brescia, Firenze, Perugia, Torino e Roma. Quanto alle previsioni per i prossimi giorni, il rapido passaggio di una perturbazione atlantica determinerà precipitazioni al nord Italia e marginalmente anche sulle regioni centrali, specie su quelle del versante adriatico, dove si potranno manifestare locali temporali in corrispondenza dei rilievi. Al sud, le condizioni del tempo rimangono invece generalmente stabili e le temperature saranno superiori alle medie del periodo. Sulla base delle informazioni disponibili, la protezione civile prevede per oggi, rovesci o temporali su tutte le zone alpine-prealpine, sulle zone pianeggianti limitrofe, sugli appennini e sull`entroterra ligure, l`Emilia-Romagna occidentale e l`alta Toscana. Isolati temporali si potranno verificare sulle zone appenniniche centrali e meridionali e sui settori centrali. Domani la coda della perturbazione causerà, ancora, instabilità e rovesci sulle regioni settentrionali, in particolare sulle aree alpine e prealpine, sulle zone pianeggianti limitrofe, e sulle zone appenniniche liguri ed emiliane. ma in attenuazione dalla serata, mentre ritornerà il bel tempo al centro-sud. Da mercoledì tempo stabile e soleggiato su tutta la Penisola, con temperature in graduale risalita, che nel fine settimana arriveranno su valori ben superiori alla media del periodo.

Apa

© riproduzione riservata