Lunedì 12 Luglio 2010

Sudan/ Cpi: Mandato arresto contro Bashir anche per genocidio

L'Aia, 12 lug. (Ap) - La Corte penale internazionale (Cpi) ha aggiunto il genocidio ai capi d'accusa di crimini di guerra e contro l'umanità nei confronti del presidente sudanese, Omar el Bashir, commessi nel Darfur. Lo ha annunciato il Cpi sul suo sito internet, in cui precisa di aver spiccato un secondo mandato d'arresto contro Bashir. "La Cpi sostiene di avere ragionevoli motivi di credere nella sua responsabilità penale per tre capi d'accusa di genocidio nei confronti di altrettanti gruppi etnici nel Darfur", recita un comunicato del tribunale. La prima Camera preliminare della Cpi evoca dei capi d'accusa di genocidio verso i gruppi dei Four, dei Masalit e dei Zaghawa: genocidio per omicidio, genocidio per grave attentato all'integrità fisica e mentale e genocidio per sottomissione intenzionale di ciascun gruppo a condizioni di vita che ne comportano la distruzione fisica. "Questo secondo mandato d'arresto non sostituisce e né revoca in nessun caso il primo mandato d'arresto emesso a carico" del presidente Omar el Bashir "il 4 marzo 2009, che resta in vigore ", precisa la Cpi in un comunicato. Questo primo mandato di arresto accusa il presidente sudanese crimini di guerra e contro l'umanità commessi nella regione del Darfur.

Ihr

© riproduzione riservata