Lunedì 19 Luglio 2010

Calcio/ Montali: La Roma non cede nessuno dei suoi gioielli

Roma, 19 lug. (Apcom) - Il passaggio di consegne nella proprietà, con la famiglia Sensi che lascerà, come previsto dall'accordo con Unicredit, che sta cercando un compratore, "non comporterà scossoni" in seno alla squadra, perché secondo Gian Paolo Montali, tutti alla Roma nutrono "grande riconoscenza" per tutto quello che è stato fatto per i colori giallorossi. Il dirigente giallorosso - interpellato da Sky - ha quindi ribadito che la Roma non cederà i suoi gioielli. "Non cediamo nessun giocatore importante", ha detto Montali. Nemmeno Mirko Vucinic e Philippe Mexes, quindi. "Nessuno ce li porta via". Sul fronte degli arrivi, da definire anche la questione Nicolas Burdisso: il difensore argentino vorrebbe restare in giallorosso, ma l'Inter - che lo scorso anno lo aveva ceduto in prestito alla Roma - chiede molti soldi. "Stiamo lavorando, sotto traccia e senza fare proclami", si è limitato a dire Montali. Che è invece decisamente più loquace quando si deve parlare del neo giallorosso Adriano. "Si sta dimostrando un professionista ineccepibile", ha deto Montali dell'attaccante brasiliano. "Per noi non è una scommessa. Stiamo parlando di uno straordinario talento che ha voglia di riprendersi quel posto che gli compete nel panorama internazionale". E il gruppo cresce di pari passo: "L'alchimia non si crea solo in campo, ma soprattutto negli spazi fuori dal campo", osserva Montali. "Fare squadra significa rinunciare a qualcosa di personale per i compagni".

CAW

© riproduzione riservata